Design, i nuovi trend emersi al Salone del Mobile

Più che trend sono mega trend, e riguardano tutte le sfere dell’abitare. Dall’ultimo Salone del Mobile di Milano sono emersi diverse tendenze che impatteranno – o che già lo fanno – sul nostro modo di abitare. Dopo la pandemia, si sono innescati importanti cambiamenti in tutte le sfere della nostra vita, e ovviamente il design e l’arredamento non fanno eccezione. Dalla sostenibilità alla tecnologia, passando per concetti più nuovi come la biofilia, ecco cosa dicono gli esperti del settore, secondo un’indagine condotta tra i professionisti e riportata da Ansa.  

Sostenibilità a 360 gradi e biofilia

Tema forte in tutti gli ambiti, la sostenibilità riguarda moltissimo tutta la filiera del settore arredo. Da qui nasce la volontà di proporre soluzioni e prodotti che presentano una percentuale più alta di materiali riciclabili, per esempio, o rappresentano il risultato di un percorso di innovazione interna delle aziende della propria filiera per contenere il consumo di energia e di risorse. La tendenza è trasversale e coinvolge diverse categorie di prodotti: pergole fotovoltaiche per esterni, rivestimenti attivi, cucine e bagni realizzati in materiali riciclabili. In questo contesto si inserisce anche la biofilia, ovvero la presenza di verde negli oggetti che ci circondano tutti i giorni. D’altronde, non è un segreto che le piante negli ambienti migliorano il nostro benessere, contribuendo a ridurre lo stress e ad aumentare la produttività. Cresce quindi a tutti i livelli il desiderio di una connessione più forte, fuori e dentro la casa, con la natura.

Tinte accese e leggerezza

Il bianco non passa mai di moda, insieme alla palette delle tinte naturali. Però il 2021 è anche l’anno dei colori forti, come quelli primari affiancati fra loro, così come è il momento della leggerezza. Un trend che si traduce in linee sottili per arredi e complementi, che non ingombrano lo spazio ma anzi contribuiscono a creare una sensazione di pulizia e ordine. Sono leggere anche le soluzioni proposte per dividere le stanze della casa – ad esempio pareti mobili o scorrevoli – una necessità emersa proprio co l’avvento dello smartworking e della Dad. Anche gli open space devono consentire di separare gli spazi secondo necessità.

Ordine e tecnologia invisibile

Ci si rilassa meglio, in casa, se tutto è in ordine e se non vediamo pile di oggetti ad ogni sguardo. Anche per questo prendono sempre più piede arredi trasformabili che “spariscono” alla vista. Anche la tecnologia diventa funzionale a rendere la vita in casa più semplice: ad esempio nei bagni debuttano  percorsi di mindfulness o sistemi come la cromoterapia. In cucina, gli elettrodomestici diventano sempre più ‘programmabili’, in modo da rendere la quotidianità più facile e, in parallelo, partecipare al contenimento dei consumi energetici. 

Commenti disabilitati su Design, i nuovi trend emersi al Salone del Mobile

Filed under Varie

Comments are closed.