I 6 trend di Wired per il 2021

Digital Transformation, sostenibilità, finance, lavoro, wellbeing e media. Sono queste le 6 tendenze per il 20121 individuate da Wired nella 4a edizione di Wired Trends, l’iniziativa organizzata da Wired Italia in collaborazione con Ipsos attraverso 6 incontri trasmessi in diretta streaming. Durante il primo incontro, dedicato alla digital transformation, si è discusso di AI, infrastruttura di rete e del modello startup. Ma è stata anche un’occasione per parlare di e-commerce, didattica a distanza, pagamenti digitali, big data, competenze digitali e nuova normalità. 

La sostenibilità non è solo un trend 

“La pandemia ha momentaneamente messo in secondo piano la sostenibilità, ma le persone si sentono comunque parte del problema ambientale e vogliono impegnarsi per rimediare, partendo da ciò di tangibile che hanno vicino, come il riciclo e la riduzione di imballaggi e sprechi”, afferma Andrea Alemanno, Senior Client Officer di Ipsos. Il secondo appuntamento ha esplorato appunto il tema della sostenibilità, un argomento che non è solo un trend, ma che riguarda la necessità di riportare al centro del dibattito pubblico la crisi ambientale e climatica. Si è parlato quindi di Green New Deal, trasporti e come ripensare a un nuovo modo di vivere la casa e la città, creare un nuovo mercato dell’energia e modificare il sistema finanziario per contenere le emissioni. 

Finance, lavoro e conseguenza del lockdown

Il terzo appuntamento è stato dedicato al mondo finance, alla propensione al risparmio degli italiani e al bitcoin, ma anche delle novità nel mondo del venture capital. “Lo stato di salute finanziaria delle famiglie e delle imprese italiane è buono – spiega Stefania Conti, Business Development Director Financial Services di Ipsos – il 60% delle aziende si dichiara soddisfatto delle risorse che ha a disposizione, e il 54% considera la pandemia un’opportunità più che un rischio”.

Il quarto appuntamento, rivolto invece al tema del lavoro e alle conseguenze del lockdown sul mondo lavorativo, ha analizzato i punti di forza e debolezza dello smartworking, la formazione continua, le mansioni impossibili da automatizzare, ma anche le prospettive per gli ultrasettantenni, i contratti di categoria e l’inquadramento dei rider, e il gender gap. 

Wellbeing, media e nuova normalità

Nel quinto appuntamento si è discusso del wellbeing, delle soluzioni high tech che aiutano a promuovere il benessere, dei neuroni Gps, la salubrità dell’aria, i giardini zen virtuali, le potenzialità del gaming e il desiderio sempre più forte di sentirsi bene. Nel sesto e ultimo appuntamento si è discusso dei media, della crescita dello streaming e della cultura in digitale, dei libri fruibili da smartphone e del data based storytelling, nonché di dieta mediatica, influencer, e tecnologie per eventi e incontri da remoto. “Si tratta di contenuti molto accessibili, che fanno parte di un’offerta ampia e con un costo molto basso – aggiunge Enrica Tiozzo, Senior Client Officer di Ipsos -. Questo ci fa pensare che nella nuova normalità faremo tesoro di ciò che abbiamo imparato in questi mesi, e integreremo la cultura digitale con le modalità tradizionali”.

Commenti disabilitati su I 6 trend di Wired per il 2021

Filed under Varie

Comments are closed.