La felicità? E’ uno smartphone spento

Abbandonare l’ uso del telefono per una settimana può aiutare a creare nuove abitudini positive che permangono per mesi: lo dice un nuovo rapporto. Secondo lo studio, la riduzione dell’uso del telefono per almeno un’ora al giorno per una settimana può comportare un minore utilizzo dello smartphone a lungo termine. Per provarlo, i ricercatori hanno diviso un gruppo di oltre 600 persone in tre sottogruppi: uno che ha interrotto completamente l’uso dello smartphone per una settimana, un altro che che l’ha ridotto a un’ora al giorno per una settimana e un terzo gruppo che ha continuato a usarlo normalmente. Dopo questo periodo di parziale detox da telefono il team di ricerca ha intervistato i partecipanti subito dopo il test e poi ancora a distanza di un mese e quattro mesi dopo l’esperimento. Anche quattro mesi dopo, gli scienziati hanno riscontrato che le persone che avevano ridotto l’utilizzo dello smartphone di un’ora al giorno continuavano ad usarlo fino a 45 minuti in meno al giorno. I partecipanti al test hanno anche riportato un maggiore entusiasmo per la “vita vera”, l’attività fisica e una diminuzione dei sintomi di depressione e ansia. Il gruppo che ha rinunciato completamente ai propri telefoni per una settimana ha segnalato cambiamenti simili, ma ha utilizzato i propri telefoni solo per circa 38 minuti in meno al giorno: sette minuti in più di utilizzo in 24 ore rispetto al gruppo che ha ridotto il proprio utilizzo di un’ora al giorno durante l’esperimento.

Già ridurre i tempi è una buona abitudine

“Abbiamo scoperto che sia rinunciare completamente allo smartphone sia ridurne l’uso quotidiano di un’ora hanno avuto effetti positivi sullo stile di vita e sul benessere dei partecipanti”, ha affermato la dottoressa Julia Brailovskaia del Centro di ricerca e trattamento sulla salute mentale della Ruhr-Universitat Bochum (RUB), autore dello studio e ricercatore.  Tra l’altro, “nel gruppo che ha soltanto ridotto l’uso del telefonino, gli effetti si sono rivelati più duraturi e stabili rispetto al gruppo che è stato costretto a un’astinenza totale”.

L’eccesso è sempre sbagliato

Che quasi tutti noi si trascorra troppo tempo attaccati allo schermo dello smartphone è una dato di fatto, ma questo comportamento è dannoso. L’uso eccessivo del telefonino è collegato all’aumento della depressione, dell’ansia, della bassa autostima oltre a creare dipendenza. Precedenti ricerche hanno anche trovato collegamenti tra utilizzo estremo del telefono ed emicrania e altri problemi cognitivi e neurologici. Come per la maggior parte delle cose, la moderazione è fondamentale quando si tratta di utilizzare lo smartphone. Trascorrere meno tempo al telefono offre più occasioni per seguire uno stile di vita sano.

Commenti disabilitati su La felicità? E’ uno smartphone spento

Filed under Varie

Comments are closed.