Le previsioni globali per il 2021

In tutto il mondo il 2021 è atteso con la speranza che possa essere un anno più favorevole di quello passato, soprattutto riguardo alla pandemia. A livello globale, il 60% delle persone è ottimista in merito alla disponibilità di un vaccino efficace, e se l’Italia è un po’ più pessimista (55%), la Cina (89%) è in assoluto il Paese più ottimista. Secondo il nuovo sondaggio Ipsos Global Advisor, il 47% delle persone a livello globale crede anche che ci sarà una nuova pandemia causata da un nuovo virus. L’Italia si posiziona al penultimo posto: soltanto il 33% crede questo uno scenario realizzabile. 

Economia e divari sociali

In ogni caso, solo per il 41% a livello globale la probabilità che la vita nel proprio Paese ritorni alla normalità è alta, e solo un terzo si aspetta che l’economia si sia completamente ripresa. Nel 20121 il 66% dei cittadini mondiali si aspetta che la disuguaglianza di reddito nel proprio Paese aumenti nel prossimo anno. Gli italiani sono ancora più pessimisti (80%). 

Per 4 persone su 10, poi, è probabile che i principali mercati azionari di tutto il mondo andranno in “crash”. In Italia la percentuale è del 37%. La metà della popolazione mondiale ritiene inoltre improbabile che nel 2021 si riesca a colmare il divario retributivo di genere: un parere condiviso dal 62% degli italiani, 11 punti in più rispetto alla media globale.

Aspettative tecnologiche

Il 36% dei cittadini globali e il 34% degli italiani afferma che nel 2021 i robot assomiglieranno, penseranno e parleranno come gli esseri umani . Quasi 6 persone su 10 ritengono però improbabile che la clonazione umana venga legalizzata, e anche per l’Italia questo appare uno scenario probabile soltanto per il 18% della popolazione. La maggior parte degli intervistati si aspetta inoltre che il fenomeno dell’e-commerce, ampiamente cresciuto durante il lockdown, continui anche nell’anno appena iniziato. Il 57% dei cittadini globali, e il 51% degli italiani, pensa che probabilmente farà più acquisti online che nei negozi fisici. Ma un terzo, a livello mondiale, pensa che nel 2021 il proprio account online possa essere violato. In Italia soltanto il 28% è d’accordo. 

Future minacce globali

Nel complesso, non ci sono preoccupazioni relative alla razza umana nel suo insieme: circa il 16% dei cittadini globali e italiani ritiene improbabile che gli esseri umani si estingueranno nel 2021. Una grande maggioranza in tutto il mondo prevede però che le temperature globali medie aumenteranno (75%). In Italia la percentuale è pari al 79%.  Sei persone su 10 pensano poi che sia improbabile che un asteroide colpirà la Terra, parere condiviso dal 62% degli italiani. Una minoranza (16%) ritiene però possibile l’esistenza dei fantasmi (13% in Italia), e ancora meno (12% dei cittadini globali e italiani), quella degli alieni.

Commenti disabilitati su Le previsioni globali per il 2021

Filed under Varie

Comments are closed.